22 aprile 2016

The Matchmaker's Playbook di Rachel Van Dyken. Recensione


Buongiorno, care amiche!
L’inedito di cui vi parlo oggi s’intitola “The Matchmaker's Playbook” e da il via alla nuova carinissima serie Wingmen Inc. di Rachel Van Dyken. Una trama divertente, una storia d’amore scoppiettante e due protagonisti simpaticissimi sono gli ingredienti che rendono questo libro irresistibile. Ho divorato il romanzo in due giorni e mi è piaciuto tantissimo!! Se avete dimestichezza con l’inglese, vi consiglio di leggerlo. Ian Hunter, il protagonista, dirige la Wingmen Inc., una sorta di agenzia di incontri segreta in cui le clienti vengono reclutate attraverso il passaparola. 

Il suo territorio d’azione è un prestigioso campus universitario degli Stati Uniti e le sue clienti generalmente sono donne timide ed insicure che hanno problemi nell’approccio con l’altro sesso. Ian, con il supporto del suo fidato amico Lex, aiuta le donne a diventare più sicure di sé e insegna loro le strategie per conquistare gli uomini dei loro sogni. Vi spiego come: alla base del programma c’è un software che all’inizio verifica la compatibilità di coppia. Una percentuale alta è indice che la coppia ha molte affinità e la loro storia è destinata a durare. Prima che il tutoraggio abbia inizio, viene chiesto alle clienti di firmare un contratto in cui si chiede di mantenere la massima riservatezza. Ian e Lex hanno regole per ogni genere di scenario e il loro programma funziona sempre. Ian è convinto che una donna non dovrebbe mai cambiare se stessa per un uomo. Mai. E se lei lo facesse? Allora non erano fatti l’uno per l’altra. Lui le aiuta semplicemente a valorizzare ciò che già possiedono, ma non ha mai cambiato nessuna donna che si è rivolta a lui. Generalmente le clienti ottengono ciò per cui hanno pagato e sono pienamente soddisfatte. Se c’è un ragazzo che vi interessa e non sapete come fare a conquistarlo, posso mettervi in contatto con loro, ma non  spargete la voce!!! 


Ian e Lex svolgono il loro compito con grande professionalità, senza mai dimenticare le regole che stanno alla base del loro programma: è vietato frequentare le clienti ma soprattutto innamorarsi di loro. Ma cosa accadrebbe se ciò capitasse? 

Le donne con cui ho avuto che fare erano così desiderose dell’attenzione maschile che per loro è stato difficile sentirsi dire quale fosse la differenza fra le mie azioni e i miei sentimenti reali. 
E’ per questo che ho sono sempre stato chiaro riguardo a quali fossero le mie regole. 

Quando Ian scopre che Blake, l’impacciata e imbranata compagna di stanza della sua migliore amica Gabi è la sua nuova cliente, intuisce subito che sarà l’impresa più difficile della sua carriera. Decide comunque di accettare la sfida e accetta di farle da tutore. Blake si è rivolta a Ian perché è disperata: ha preso una cotta stratosferica per il suo amico d'infanzia, ma lui la considera soltanto un’amica. Blake è una di quelle protagoniste di cui ti affezioni all’istante: una ragazza semplice, dolcissima, spiritosa, romantica, schietta. E’ la classica 'nerd' e fa parte della squadra di volley della scuola. Eccelle negli studi e nello sport, in tutto il resto è una frana. 
E’ una ragazza molto carina, se non fosse per il suo look trascurato che non valorizza il suo aspetto. Si nasconde dietro abiti informi e poco femminili che non l’aiutano a far colpo sugli uomini. Le dinamiche del romanzo sono quelle tipiche del maestro nelle arti di seduzione che insegna all’allieva inesperta, vergine, insicura, insomma una trama usuale, ma la Van Dyken è bravissima a sviluppare questo tema e lo fa in maniera sublime. Dal primo momento che Blake e Ian entrano in contatto, si percepisce l’elettricità che c’è nell’aria che li circonda, e la tensione sessuale è intensissima. Pur avendo già trovato la mia dolce metà e non avendo più bisogno dei consigli di un esperto, le tecniche di seduzione di Ian mi hanno intrigata. Il romanzo è scritto interamente dal punto di vista del protagonista maschile, e nel corso della narrazione è interessante ascoltare anche cosa pensa ma non dice. La storia ha un ritmo incalzante, ma raggiunge il suo picco quando dopo gli insegnamenti e i consigli di Ian si incominciano a intravedere i primi risultati, e Blake da brutto anatroccolo diventa il bel cigno. Blake subisce una vera e propria trasformazione nel corso del libro, e da ragazza insipida diventa una bomba sexy, in grado di attirare su di sé gli sguardi interessati degli uomini...e non c’è a stupirsi del suo maestro. Viene istruita nelle arti del flirtare, impara ciò che serve per approcciarsi al suo primo appuntamento e in ultimo il suo primo bacio. La scena del bacio è esasperante; all’inizio Ian, pur desiderandola tutta per sé, si costringe a trattenersi. Pensa che Blake debba concedere il suo primo bacio all’uomo con cui è destinata a stare insieme e, visto il risultato del sondaggio sopracitato, quella persona non è lui. Non importa se la tentazione di marchiarla sia irresistibile.


Tutto il libro è un susseguirsi di scene esilaranti. A rendere la situazione ancora più tesa è l'entrata in scena del 'rivale in amore', Daniel, la cotta di Blake, che in un certo senso devia la storia nel terreno accidentato dei triangoli amorosi. Quando Daniel apre finalmente gli occhi e si accorge di lei, inizia un corteggiamento spudorato e poco leale nei confronti del suo avversario, Ian, scatenando le sue gelosie. In quei passaggi il nostro eroe mi ha fatto una gran tenerezza, per la sua testardaggine, perché non vuole ammettere di non essere infallibile.  Ian è un uomo abituato ad avere ogni situazione sotto controllo e a seguire pedissequamente le sue regole. Quando Blake entra nella sua vita non è preparato allo stravolgimento a cui sarà sottoposto e soprattutto a dover cambiare le sue regole.

Un bacio, greta
Molto bello



Sinossi | Dopo un incidente che ha stroncato la sua carriera, l'ex giocatore di football Ian Hunter è tornato di nuovo al campus universitario ed è pronto a rimettersi in gioco. Essendo uno degli ideatori della Wingman, Inc., un servizio di incontri di successo e segreto basato sul passaparola, sta mettendo le sue ampie competenze con le donne al servizio delle persone disperate. Ma quando Blake Olson richiede i suoi servizi alla Wingman, Inc., Ian può aver trovato la più disperata delle sue clienti. Vista la sua sgangherata attrezzatura atletica e la sua infelice scelta di calzature, Blake avrà bisogno di un miracolo se vuole conquistare l’uomo per cui ha preso una cotta. Con un esperto in arti di seduzione al suo fianco almeno avrà la possibilità di provarci. Ian sa che un suo consiglio e un nuovo look possono fare in modo che l’incontro di Blake abbia successo. Ma appena Blake inizia la trasformazione da un disastro ad una donna sexy da morire, Ian si rende conto di correre il rischio di infrangere la sua regola fondamentale...


L’autrice: Dopo aver raggiunto i vertici delle classifiche del New York Times e di USA Today, Rachel Van Dyken si è imposta come scrittrice di rilievo nel panorama della narrativa americana e i suoi romanzi sono richiesti a gran voce dal suo immenso pubblico di lettori. Quello che sei per me è il suo esordio in Italia.  


ESTRATTO



Qui trovate il romanzo in inglese!!




Potrebbero interessarvi anche questi romanzi:
(Clicca sul titolo per leggere la recensione)

RICORDATI DI SOGNARE (Ruin, #1)
RICORDATI DI AMARE (Ruin, #2)
RICORDATI DI PERDONARE (Ruin, #3)


QUELLO CHE SEI PER ME (The Bet, #1)
COSA NON FAREI PER TE (The Bet, #2)
MAI PIU' SENZA DI TE (The Bet, #3)



6 commenti:

  1. L'ho preso...non vedo l'ora di leggerlo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono curiosa di sapere cosa ne pensi. :)

      Elimina
  2. Oggi sto invadendo con i miei commenti questo è il terzo!!!!!! :-)))))) Comincio oggi la lettura ma visto anche il tuo entusiasmo per questo libro so che non mi deluderà, poi ti farò sapere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria, mi fa molto piacere!!! Aspetto il tuo commento.:)

      Elimina
  3. "Like God, only less powerful.” così si definisce scherzosamente Ian :)))))!!!! Questo ragazzo mi ha fatto divertire tantissimo...presuntuosetto ma talmente adorabile che si perdona subito anche perchè infondo è un bravo ragazzo e la sua teoria, sull'insicurezza delle donne, non è poi del tutto sbagliata. E' anche un tenerone quando ha preso la febbre lo avrei curato volentieri anch'io :))). I libri scritti dal punto di vista maschile sono interessanti, la trama è diversa dalle solite insomma questo è un gran bel libro da leggere assolutamente!!!! Grazie Greta!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria, sono pienamente d'accordo ...Ian è uno spasso!! Ps. Hai già letto "Il mio migliore sbaglio" di RS Grey? E' altrettanto carino. Ho iniziato da poco il book companion, "The Summer games". Mi sta piacendo molto. :)g

      Elimina