28 dicembre 2015

Serie O’Neil Brothers di Sarah Morgan. Recensione


Oggi qua pioviggina…come si dice dalle mie parti…e niente più mi piace dello scrivere di libri in questa atmosfera invernale. La nebbia, le gomme delle auto sull’asfalto bagnato, i silenzi della mia casa e Lola, il mio Weimaraner che dorme ai miei piedi, vicino all’albero di Natale, insomma un vero piacere. Quindi amiche di Greta, buongiorno anche a voi! Stavo giusto riflettendo sul fatto che il Natale, da tutti invocato come la festa che riunisce e riappacifica gli animi, sia in verità anche un momento di grande scissione, per lo meno tra le mie più care amiche. 

Ci sono quelle che adorano la festa in tutte le sue forme, dai colori, alle luci, ai pacchetti e che addobberebbero perfino il marito se questo lo consentisse (e non vi nego che per qualcuno l’ho veramente creduto possibile!); e quelle che invece, Vade retro Satana, spengono perfino la luce sul comodino. Quelle che per me i regali si fanno quando si sentono, quelle che disprezzano il buonismo per l’occasione (e però meno male che perlomeno una volta l’anno ce la facciamo ad esser generose!), quelle che gettano in fondo all’armadio tutti gli abiti rossi, verdi, oro e argento…casomai potessero essere tentate dal desiderio di trasgredire la regola del “Il natale non fa per me”. Invece io, il Natale lo vivo eccome. E senza eccessi, né sentimentalismo, sono da regali, sorrisi, abbracci, luci e addobbi. E soprattutto sono da divano, con coperta, Frank Sinatra che canta White Christmas e il libro perfetto. Che questa volta sono stati tre e sono stati un vero godimento. Quindi amiche, pronte per un’intera serie di romanzi, quella di Sarah Morgan, ambientati in una piccola cittadina del Vermont, un vero paradiso naturale, completo di alci, abeti innevati, dolci fatti in casa e tanto tanto amore. Qui, da tre generazioni, vive con orgoglio, la famiglia O’Neil, che in questo quasi irreale luogo incontaminato, ha realizzato un fantastico Resort di lusso. 


Un resort a conduzione familiare che però si trova in grandi difficoltà. Ed è per questo motivo che i tre fratelli O’Neil si ritrovano “a casa”: riunire le forze per risollevare le sorti dello Snow Crystal Resort. Jackson, Sean e Tyler sono belli, dal fisico atletico e dai penetranti occhi azzurri. Sono diversi, ma tutti estremamente carismatici e intriganti. Sono sicuri di loro stessi, sciano perfettamente e conoscono i misteri e le magie del territorio dove hanno trascorso un’infanzia spensierata. Jackson l’imprenditore di successo, Sean, il suo gemello, abile chirurgo ortopedico, e Tyler, il campione del mondo di discesa libera, padre di una deliziosa adolescente, possiedono le qualità che tanto amiamo ritrovare nei protagonisti dei nostri romanzi preferiti. La bellezza, l’intelligenza, la spontaneità, il saperci fare sempre e comunque. E insieme, un lato più difeso ed emotivo da indagare, accogliere e proteggere. La maestria di Sarah Morgan è stata quella di saper ideare con cura tre individui simili ma assolutamente distinti. 

E di far intrecciare le loro storie con tre protagoniste femminili, del tutto diverse tra loro, con trascorsi spesso dolorosi e di non semplice trattazione. Kaila, Élise e Brenna sono veramente carinissime e tutte amabili nelle loro diversità. L’esperta di pubbliche relazioni newyorkese, la chef francese, l’insegnante di sci, amica del cuore di Tyler, sono le donne ideali da affiancare ai tre fusti O’Neil. Tre personalità ben tratteggiate, forti e coraggiose in modo differente, ma soprattutto femminili e sexy anche quando si è costrette ad alzare il tono di voce. Un romanzo per ogni coppia, un unico fantastico scenario, un’atmosfera deliziosamente natalizia, con nevicate, motoslitte, camini e biscotti allo zenzero. Una cosa piacevolissima è stato avvertire il forte senso di appartenenza di tutti i personaggi ad una famiglia chiassosa e molto molto ficcanaso, talvolta soffocante, ma presente, solidale e unita nel momento del bisogno. Il burbero nonno Walter che da 60 anni ama la stessa donna e che sempre racconta la storia di famiglia; la dolce e perspicace mamma Elizabeth, rispettosa e attenta verso i suoi ragazzi; la divertente, tenera figlia adolescente di Tyler, Jess. Tutti, senza eccezione alcuna, resteranno impressi nella vostra mente. Sarah Morgan, con la serie dei Fratelli O’Neil mi ha conquistata e divertita. La sua scrittura è leggera, spassosa, mai scontata. 


Le storie sono inusuali, mirabilmente collegate l’una all’altra e, sebbene spesso si avvicinino ad argomenti delicati e a volte drammatici, riescono a lasciare un vero e proprio senso di benessere. Ho passato veramente dei piacevoli momenti sotto quella coperta, con la tisana in mano e il libro nell’altra. Ho sentito il Natale e ho desiderato essere là con gli O’Neil (e non solo perché sono bellissimi!!). Spero, con queste righe, di avervi convinto. Cominciate dal primo…e non riuscirete a fermarvi. 

Baci. Francesca
MOLTO BELLO


Mentre fuori nevica (O’Neil Brothers, #1)

Kayla Green odia il Natale. Farebbe qualsiasi cosa per evitarlo del tutto, così, quando le si presenta l'occasione di lavorare durante le vacanze, la coglie al volo. Kayla è un mostro sacro delle pubbliche relazioni, e ora dovrà occuparsi di una struttura alberghiera di lusso in montagna. Perfetto! Quello che non sa è che l'impresa del suo cliente, Jackson O'Neil, è a conduzione familiare, che lì tra montagne innevate e addobbi di stagione il Natale è più presente che mai, e che l'atmosfera è calda, accogliente e decisamente festiva. Inoltre, a rendere più coinvolgente e inebriante il suo soggiorno tra i monti ci si mette pure questa intensa e fastidiosa attrazione per Jackson. Un'attrazione che la porterà chissà dove. Ma certo non a letto con lui. O sì? Una commedia romantica che si legge d'un fiato e scalda il cuore, mentre fuori nevica.


All'improvviso la scorsa estate (O'Neil Brothers, #2)

È davvero una pessima giornata per l'impetuosa chef francese Élise Philippe. Non solo sono andati a monte i grandi progetti per l'inaugurazione del suo amato café, ma come se non bastasse Sean O'Neil è tornato in città, e più appetitoso che mai. Il ricordo della notte di fuoco che hanno condiviso l'estate precedente rappresenta per lei una vera tentazione, ma sa fin troppo bene che poi, alla fine, Sean se ne andrà di nuovo. Per lui, infatti, tornare a casa nel Vermont allo Snow Crystal Resort, anche se temporaneamente, è un vero incubo, perché significa affrontare il senso di colpa che lo tormenta per essersi allontanato dalla famiglia anni prima ed essersi costruito una vita tutta diversa, come medico. C'è solo un aspetto positivo nel trovarsi lì: Élise Philippe è ancora nei paraggi e non smette di fargli bollire il sangue nelle vene. E il pensiero di come sono stati insieme quella volta rischia di rendere ancora più difficile andarsene.


Accadde a Natale (O'Neil Brothers, #3) 

Questo Natale, Tyler O'Neil, ex campione di sci, affascinante rubacuori e papà single ha una sola missione: regalare a sua figlia Jess il miglior Natale della sua vita. Il fatto che la sua migliore amica, Brenna, bella e sexy da morire, sarà temporaneamente ospite del suo chalet allo Snow Crystal Resort, al completo per le feste, è una deliziosa distrazione che lui deve assolutamente ignorare. L'amicizia che lo lega a Brenna, infatti, è forse l'unica relazione che non ha ancora rovinato. E non ha alcuna intenzione di farlo adesso. Brenna è da sempre innamorata di Tyler e stargli così vicino si rivela una vera tortura: come può concentrarsi nell'essergli solo amica quando lui dorme nella stanza di fianco? E' possibile che in questo magico Natale i suoi sogni possono finalmente diventare realtà?



Qui trovate i romanzi (gli ebook e i cartacei)!!





3 commenti:

  1. Io li ho amati! !!!che trio! !!formidabili!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Stefania, un trio fantastico! Grazie

      Elimina
  2. Io li ho amati! !!!che trio! !!formidabili!!!

    RispondiElimina