18 dicembre 2015

Misconduct di Penelope Douglas. Recensione in anteprima


Buon venerdì a tutte, booklovers!!
Come promesso, l’argomento della recensione di oggi sarà ancora una volta un romanzo della Douglas, “Misconduct”, l’ultimo libro pubblicato dall’autrice. Ho letto che in realtà il romanzo è stato scritto ancora prima di “Corrupt”; l’autrice nelle pagine dei ringraziamenti precisa che si tratta della prima opera scritta dopo la serie ‘Fallen Away’. “Misconduct” mi è piaciuto tantissimo, ma “Corrupt” (qui) resta il mio preferito. La protagonista di questa storia è Easton. 

Easton Bradbury un tempo era una tennista professionista, poi è successo qualcosa che ha stroncato improvvisamente la sua carriera. La morte dei genitori ha inferto il colpo di grazia. Ora Easton ha ventitre anni e sta per laurearsi. Una volta conclusi gli studi, ha intenzione di fare l’insegnate e di ricostruirsi una nuova vita. Può contare sul sostegno di suo fratello, Jack, l’unica persona cara rimasta in vita. Il romanzo inizia con la scena in cui Easton sta partecipando al ballo di Mandi Gas, un evento molto importante che ha luogo ogni anno a New Orleans, città che fa da sfondo a questa bellissima storia. E’ un evento esclusivo, frequentato dalle persone più influenti dell’alta società, personaggi politici, milionari, e noti avvocati del paese. E’ lì che Easton vede per la prima volta Tyler, il protagonista. Lei non sa nulla di lui, non sa che lui è Tayler Marek, il proprietario di una delle maggiori compagnie di costruzioni di tutto il pianeta, milionario, e candidato alle elezioni per il senato.  Ma c’è qualcosa nel suo modo di fare che la intriga e la spinge fra le sue braccia. Tyler è più vecchio di Easton di ben dodici anni, ma l’età non è un ostacolo quando due persone provano un’attrazione così potente. Il primo incontro ravvicinato fra Easton e Tyler è carico di tensione sessuale ed immediatamente fra i due scatta un’intesa, ma dura pochi attimi, nel momento culminante vengono interrotti. 


Tyler non sa nulla della bellissima donna che è riuscita nell’impresa in cui nessuna prima di lei aveva avuto successo, catturare la sua attenzione. Non essendo riuscito ad estorcerle il cognome, non sarà in grado di rintracciarla. Il romanzo riprende sei mesi dopo, ed il secondo incontro avviene in circostanze del tutto inaspettate. Easton è la nuova insegnante di suo figlio e il conflitto di interessi non consente che lui possa farle la corte. Lei è off limits. Il rapporto fra Tylen e Easton inizia nel peggiore dei modi, ed è divertente assistere ai loro conflitti. Tyler per quanto riguarda le tecnologie è molto arretrato, ma fermo sulle proprie posizioni. Non è convinto dei metodi di insegnamento innovativi di Easton siano adatti per suo figlio e vuole che lei segua le sue direttive. All’inizio i comportamenti di Tyler sono odiosi e lo rendono un personaggio parecchio antipatico. Lui infatti utilizza la sua influenza e la posizione sociale ottenuta per metterla in difficoltà, addirittura la minaccia di farla licenziare dal preside. Tyler non si rende conto che sta sbagliando e che non sempre ha ragione. E’ un uomo arrogante, prepotente e abituato al comando. E’  convinto di essere sempre dalla parte della ragione e che tutti  si debbano adeguare. Ha raggiunto il successo senza l’aiuto di nessuno, perché è un uomo vincente e con delle qualità superiori alla media. Nel condurre gli affari è bravissimo, ma quando si tratta di sentimenti e di rapporti affettivi è...un DISASTRO. 

Tyler è troppo concentrato sul suo lavoro e sugli obiettivi da raggiungere, e ha messo in secondo piano tutto il resto. E’ troppo concentrato solo su se stesso per accorgersi che sta trascurando i suoi affetti. Così facendo, si sta allontanando sempre di più da suo figlio, Christian. Christian è un ragazzo di quindici anni non facile da gestire, molto irrequieto e arrabbiato con il mondo. Christian odia suo padre. Vorrebbe che il padre gli prestasse attenzione e gli dedicasse il suo tempo. Vorrebbe che gli dimostrasse il suo affetto, ma ormai si è rassegnato ed è convinto che nessuno riuscirà più a cambiarlo. Mi ha colpito una frase del padre di Tyler quando dice che nella vita dobbiamo capire prima di tutto quali sono le nostre 'priorità'.  Spesso, concentrandosi su troppi obiettivi, si rischia di non far bene nulla. Invece, dovremmo capire cosa è veramente importante e cosa ci rende pienamente felici. Il romanzo affronta tanti temi molto interessanti, come la difficoltà per un genitore di confrontarsi con il proprio figlio e come la tecnologia possa essere un’arma a doppio taglio per le persone in giovane età. Approfondisce i pensieri, i timori di un padre per le insidie che il proprio figlio può trovare su internet. Ma non bisogna fare  l’errore di Tyler che, per proteggere il proprio figlio, lo rinchiude in una gabbia e gli proibisce di vivere. In questo modo spinge Christian a isolarsi dai suoi compagni di classe e a rinchiudersi sempre più in se stesso. 


Questo romanzo è quello che più si discosta dai libri precedenti dell’autrice per le tematiche affrontate. Sul tema dell’insegnamento s’intuisce che l’autrice sia molto esperta in materia. Quando ci descrive le lezioni della classe di Easton, si percepisce che ciò che descrive è frutto di un'esperienza personale; ho letto che la Douglas è un'insegnate. Nel corso della narrazione affiora quanto la gratifichi la sua professione. Alla fine l'autrice ci spiega quanto insegnare sia complicato poiché si deve lottare ogni giorno per cogliere l’attenzione dei propri alunni. Insegnare non è solo una professione, ma la sua più grande passione. Penso che si debba avere una grande passione per gli argomenti che si insegnano per riuscire ad infondere agli altri che ti ascoltano l’amore per una certa materia. Un’altra novità di questo libro è l’età dei protagonisti, non sono più studenti del college, ma un uomo ed una donna nel fulcro della loro vita lavorativa. Vorrei inoltre sottolineare che si nota un cambiamento molto marcato nel livello di sensualità. Negli ultimi romanzi l’erotismo è sempre più spinto, tanto che Misconduct può considerarsi a tutti gli effetti un ‘erotic romance’. Pur essendo il romanzo per ora disponibile solo inglese, ricordo a tutte le lettrici del blog che la Newton ne ha già acquistato i diritti. Ciò significa che prima o poi verrà tradotto in italiano. Prima di salutarvi, ne approfitto per anticiparvi la mia prossima lettura. Sarà “Wrong” di Jana Aston. 

Baci. Greta
MOLTO BELLO



Qui trovate il romanzo in inglese!!




 Clicca QUI per leggere l'anteprima + la trama di Misconduct  ♥ 



5 commenti:

  1. Ciao Greta, questo libro mi sembra molto originale anche per quanto riguarda la storia dell'insegnamento. La differenza di età tra i protagonisti è una cosa che mi è sempre piaciuta, magari non troppo come nei libri della Barnette, ma qui la trovo giusta. E poi lui ha un figlio. Ancora meglio. Spero che la Newton non ci faccia attendere troppo e spero che voglia dare anche un'opportunità a Corrupt...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Violet!! E' il primo libro che leggo su questo tema. Riguardo all'età, in un solo mese ben due romanzi hanno un protagonista più vecchio. Adesso sto leggendo Wrong e lui, Luke, ha 36 anni mentre la protagonista 21. Ps. Ma era ben vecchio il protagonista della Barnette? :)

      Elimina
    2. Molto più vecchio. Lei 25enne lui più che 50enne. Ho letto solamente il primo perché non mi ha fatto impazzire ma vorrei continuare la serie. Lui comunque è un cinquantenne molto affascinante, biondo ma con qualche capello bianco. Se non sbaglio arrivata a toccare i sessanta ;)

      Elimina
  2. Ciao! Ero già decisa a leggere questo libro e dopo la tua recensione ne sono sempre più convinta =) Mi sa che mi butterò a leggerlo in lingua originale =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Avid Reader!! La Douglas è facile da leggere in inglese...

      Elimina