14 maggio 2014

Recensione in anteprima: “Quello che sei per me” di Rachel Van Dyken, domani arriva la serie The Bet


Quello che sei per me” (The Bet) è il primo romanzo della serie The Bet, che ci consentirà di conoscere la scrittrice Rachel Van Dyken, la cui pubblicazione è prevista in Italia a maggio (Nord Editore). E’ un libro carinissimo, molto dolce, anche un po’ zuccheroso, ma non troppo. E’ una lettura leggera, spensierata, fresca, proprio quello che ci vuole in clima  primaverile (recensione del 9 aprile 2014).

Mi auguro che la casa editrice, la Nord, non faccia marcia indietro e posticipi l’uscita. Negli ultimi tempi succede di tutto. Pur non essendo un romanzo che definirei superbo, memorabile, mi è piaciuto. Ciò che mi ha colpito fin da subito è l’approccio della scrittrice che intesse una storia con naturalezza, semplicità, genuinità e una forte dose di humor che rende il romanzo molto piacevole. La componente umoristica spicca all’interno del romanzo, ed è dirompente,  scoppiettante, in particolare quando nei paraggi c’è la simpatica nonnina dei fratelli Titus. La dolce vecchietta, Nadine, con i suoi ottant’anni suonati, sembra non vergognarsi di fronte a nulla e saperne una più del diavolo. A quanto pare tiene lei le redini del gioco, ed ha pienamente il controllo della situazione. Con la vivacità di una ventenne e l’astuzia di una donna  navigata  sarà fondamentale per l’evolversi della storia e il futuro dei nostri protagonisti.
 
Il romanzo è incentrato su un triangolo amoroso, a mio parere non dei più riusciti. Forse perché la rivalità vede come protagonisti due fratelli; quindi l’astio e lo scontro fra le parti non si spingono ai massimi livelli. C’è sempre l’amore fraterno che placa le animosità e non induce a situazioni troppo estreme, se non in qualche sporadica circostanza. Ma facciamo un piccolo passo indietro. I fratelli Titus, Jake e Travis, e la dolce protagonista, Kacey, sono sempre stati amici fin da bambini. Entrambi i fratelli, senza rendersene conto, hanno sempre cercato di catturare l’interesse di Kacey, fino da arrivare al punto di scommettere quale dei  due da grande  l’avrebbe sposata. Jake, fra i due, si è sempre dimostrato il più amorevole, col quale è sempre stato più facile relazionarsi, confidarsi; al quale rivolgersi quando aveva bisogno di aiuto. Lo stesso non si può dire di Travis,  il fratello maggiore. Lui  l’ha sempre maltrattata, stuzzicata, e si è burlato di lei in più di un’occasione. Proprio a causa del suo brutto carattere, Kacey lo  aveva soprannominato Satana. Ma in realtà, dietro quella parvenza di disprezzo e odio, si è sempre celato un amore. Travis è sempre stato follemente innamorato di lei fin da bambino, e quell’amore non si è mai spento neppure con il passare degli anni, dei decenni, e con la lontananza.  

Anche ora che è adulto non ha mai smesso di pensare a lei, neppure per un istante. Kacey è la sua ossessione, il suo sogno, il grande amore della sua vita. Dopo il prologo,  in cui vediamo i protagonisti bambini, il romanzo inizia con loro che sono ormai adulti. Sono passati due anni da quando Kacey ha perso tutto. La sua famiglia in un tragico incidente, un’importante amicizia, la sua verginità. Ma la vita continua, ed ora Kacey si trova a dover dare una risposta a Jake Titus che si è presentato a casa sua con una strana richiesta. Kacey deve fingere di essere la sua fidanzata davanti alla sua famiglia solo per una settimana, il tempo necessario per allontanare i tabloid dai casini della sua vita e salvare  la sua immagine ormai compromessa. Jake non è più il bravo ragazzo di un tempo, il dolce fratello Titus per cui ha sempre avuto una cotta. Ora ha in mano le redini della società milionaria di famiglia, ma conduce una vita sregolata, fatta di party, droga, donne,  prostitute.
 
Pur essendo un uomo molto fascinoso e di bell’aspetto, a Kacey non piace ciò che vede. E inizialmente   non è disposta ad accettare la sua proposta. Solo quando lui le parla della nonnina malata lei non può permettersi di rifiutare. Ma non si sarebbe mai aspettata che, nel ricongiungimento con l’adorabile e unita famiglia Titus, avrebbe rivisto Travis. Anche Travis è cresciuto ed è diventato un uomo  bellissimo, sfacciatamente sexy, ancora più prestante del fratello. E’ un uomo che piace alle donne e non passa inosservato. Ma l’unica sua ragione d’interesse è sempre solo lei, la donna che non ha mai smesso di tenere intrappolato il suo cuore, Kacey. In tutti questi anni, a quanto pare, mai nessuna ha colto realmente il suo interesse, e lui è ancora disponibile. Pur essendo un uomo maturo, Travis sembra non aver superato quei momenti di panico, di timore, quando è in presenza di Kacey. Lei è la sua debolezza, lo è sempre stata. Ancora adesso è  così impacciato quando lei è nelle vicinanze, come fosse tornato quell’adolescente insicuro di tanti anni prima. Ancora adesso deve controllarsi dal balbettare quando è con lei, e si vergogna da morire.
 
Travis non è certamente il classico maschio alfa, sicuro di sé, presuntuoso che di solito troviamo in tanti romanzi. Al contrario, è un uomo che esterna tutte le sue debolezze, le sue insicurezze, ma ti innamori di lui all’istante. Si capisce che ci tiene realmente a Kacey anche se continua a perseverare quel rapporto di amore/odio che ha avuto inizio quando erano bambini. Ti sorprende, ora  che  è adulto, che non riesca a trovare il coraggio di confessarle i propri sentimenti e sia così frenato e  insicuro come una volta. Spesso sembra rovinare tutto facendo sempre il passo sbagliato. Kacey è una ragazza molto ingenua malgrado i suoi ventun anni, ancora pronta a farsi abbindolare da uno come Jake che, in più di un’occasione, si dimostra una persona di poco valore, inaffidabile, un vero stronzo. A quanto pare non vede oltre l’apparenza e  non percepisce la realtà. Non si accorge di cosa si celi dietro ogni piccolo gesto di Travis, di quanto amore sia riversato nei suoi confronti. Di come non si lasci sfuggire l’occasione di osservarla in lontananza con quello sguardo completamente rapito, innamorato. In realtà, nel delizioso quadro famigliare, sembra che tutti siano poco attenti a ciò che accade davanti ai loro occhi, tranne naturalmente nonna Nadine. Lei non si lascia sfuggire nulla, e, quando ci mette lo zampino, ti fa morir dal ridere. 
 
La chimica fra Travis e Kacey è fin dai primi momenti veramente esplosiva, e speri sempre che, prima o poi, lui trovi il coraggio di dirle la verità e la situazione si sblocchi. “Quello che sei per me” (The Bet) è un romanzo che fa parte di una serie costituita da tre volumi, i primi due  con protagonisti i fratelli Titus. Nel romanzo che seguirà, “The Wager”, il protagonista sarà questa volta l’odioso Jake. Chissà se riuscirà a redimere i propri peccati e a trovare la donna che lo convincerà a mettere la testa a posto!
 
 
BELLO
 
Vi interessa questo romanzo? ...potete trovarlo qui!
 
 






8 commenti:

  1. Greta complimenti davvero per la bravura con la quale ci presenti i romanzi, le tue recensioni sono straordinarie.. Adesso sarà davvero dura aspettare :(
    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rita, ti ringrazio tantissimo per il complimento. Questo libro è carinissimo. In questo periodo ci sono così tanti romanzi interessanti che non ci penserai, e maggio arriverà in un attimo. Baci, greta

      Elimina
  2. Oh sono curiosissima di leggere questa nuova serie e di conoscere questo Jack che da amorevole si è trasformato in un ragazzaccio. Greta, come sempre fai delle recensioni bellissime ^__^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Violet, un po' in ritardo ma sono tornata. Con le tempistiche delle nostre case editrici prima di arrivare a Jake ce ne vorrà di tempo....!! In questo romanzo Jake Titus è un personaggio estremamente negativo, non salverei nulla. Lo avrei preso a schiaffi in più di una occasione. Intanto preparati per Travis, lui è meraviglioso. greta

      Elimina
  3. Valentina abbr28 maggio 2014 11:27

    Mi sono fatta influenzare dai commenti negativi letti in rete..e non l'ho ancora letto! La tua recensione, però, mi ha dato la spinta giusta per convincermi.. ti farò sapere se mi è piaciuto! Grazie
    Valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina, l'ho notato..... Posso dirti che a me non è dispiaciuto. Non è un capolavoro, neppure un libro memorabile ma un romanzo carino con cui passare qualche ora in completo relax e un po' di sano divertimento. Fammi sapere dopo averlo letto, ci conto. greta

      Elimina
  4. Letto in un giorno.. concordo con greta non è fra i migliori ma nell attesa delle prossime uscite va piu ke bene vict

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vict!! "Quello che sei per me" è un romanzo carino, ma nulla di speciale. Nulla a che vedere con "Ruin" della stessa autrice...greta

      Elimina