26 aprile 2016

Sei in ogni mio respiro di Jessica Park. Recensione in anteprima

Salve a tutte amiche, 
il libro vi parlo oggi mi era stato suggerito da Greta tempo fa, e poiché ho scoperto condividere con lei più o meno gli stessi gusti, senza esitazione  ho scelto di leggerlo. Non finirò mai di ringraziarla per avermi fatto scoprire questa meravigliosa storia che ha toccato le corde più sensibili del mio cuore, facendomi sospirare, tremare, piangere e gioire allo stesso tempo. 

Il romanzo, appartenente tipologicamente alla categoria del New Adult, s’intitola "Sei in ogni mio respiro" (titolo originale: Left Drowning) di Jessica Park, ed è stato pubblicato negli Stati Uniti il 16 luglio 2013. La versione italiana è tradotta dalla Sperling & Kupfer. “Sei in ogni mio respiro” è una storia disarmante, potente e autentica sull’ineluttabilità del destino, sul filo rosso che avvolge intrinsecamente le nostre esistenze le une alle altre, sulla sofferenza, sul perdono ma soprattutto è un vivido esempio della dirompente forza dell’amore, di quell’amore incondizionato che stravolge e guarisce le ferite dell’anima, che spaventa e consuma e che, come una tempesta improvvisa, si abbatte furiosamente senza possibilità di sfuggirvi. “Left Drowning” è tutto questo e molto, molto di più… Dopo la tragica morte dei suoi genitori, avvenuta quattro anni prima, Blythe McGuire, affronta la vita in uno stato catatonico, pervasa da un costante senso di panico, depressione e apatia. E’ una studentessa all’ultimo anno di college, un semestre ed inizierà una nuova vita, eppure, nulla di quello che la circonda riesce a ridestarla dal torpore, fatta eccezione per le serate alcoliche che si concede anche troppo spesso e che hanno il solo effetto di intorpidirla e deprimerla ancora di più.

Il fatale incendio che le ha strappato i genitori ha destabilizzato tutta la sua esistenza, Blythe si è lasciata andare, affogando giorno dopo giorno nella sua disperazione, lottando strenuamente per respirare, per stare a galla. Ma è come se l’aria che le riempie i polmoni fosse sufficiente appena per respirare, per non lasciarsi andare completamente a fondo, non è abbastanza per nuotare e per continuare a vivere davvero. Eppure Blythe, questa giovane ragazza apparentemente senza più speranza, spezzata, debole e umiliata dalla sua stessa incapacità di reagire, vuole disperatamente sentirsi intera e completa di nuovo, è alla continua ricerca di un significativo passo avanti, di una soluzione, una qualsiasi via di fuga dalla sua miserabile condizione. Un incontro casuale, in un giorno come un altro e Blythe rimane catturata dagli immensi e taglienti occhi verdi di Chris Shepherd, anche lui studente dell’ultimo anno allo stesso college. Uno sguardo soltanto e inconsapevolmente Blythe si sente risucchiare fuori dal suo inferno, perché Chris non soltanto è di una bellezza disarmante, ma apparentemente sembra essere il suo esatto opposto: sicuro di sé, equilibrato, determinato, il suo magnetismo e la sua stabilità la conquistano dal primo istante e in maniera del tutto irrazionale riescono a infonderle tranquillità e sicurezza.

L’incredibile attrazione che avvampa tra loro è tanto inattesa e inconsapevole quanto intensa e stupefacente. Blythe e Chris sentono immediatamente di appartenersi l’un l’altra, tra loro non c’è nessuna incertezza, insicurezza, indecisione, solo pura emozione, passione e piacere fisico viscerale e bruciante. Dopo aver vissuto così a lungo nell’oblio della propria depressione, Blythe riconosce in Chris il suo porto nella tempesta, lui è l’unico a riuscire a scavare nel suo cuore e nella sua anima ed è l’unico in grado di scuotere quella parte dentro di lei nella quale aveva sepolto la speranza ed il piacere. Chris la aiuta a riappropriarsi del proprio corpo, delle proprie emozioni sopite, la rende consapevole della propria bellezza e femminilità, la possiede e la ama divorandola e incendiandola come se non esistesse un domani. Ma, mentre da un lato questa elettrica, irrazionale e inestricabile connessione fra loro getta uno squarcio di luce nell’esistenza di Blythe che piano piano inizia a rifiorire, a guarire dalle sue ferite, a riemergere in superficie per tornare a vivere, dall’altro lato la straordinaria forza di questo legame imponderabile sortisce su Chris l’effetto opposto.

Nonostante Blythe pervada ogni sua singola molecola, domini ogni suo pensiero e nonostante entrambi si sentano sopraffatti dall’intensità delle emozioni che condividono, per Chris la sua “sweet girl” rappresenta allo stesso tempo una sorta di specchio sul quale lui riconosce riflesse le proprie debolezze, con il suo candore e la sua ingenuità Blythe lo costringe ad affrontare quei demoni e quelle ferite che credeva di aver sepolto in profondità e che non ha la forza di affrontare. Perché Blyhte e Chris non solo si appartengono visceralmente sul piano emotivo ma condividono anche lo stesso passato pieno di dolore e sofferenza. Anche Chris ha subito una tragica perdita nella sua infanzia ed è stato vittima di un padre egocentrico, narcisista e violento le cui usurpazioni verbali e fisiche l’hanno segnato irreparabilmente, minando la sua autostima ed il suo fragile orgoglio. L’intensità della loro connessione è per loro una forza ed una condanna, quando sono insieme tutto è amplificato, tutto diventa più reale, i demoni del passato che tornano a riaffiorare in superficie rendono Chris vulnerabile e incapace di gestire emozioni e sentimenti così spiazzanti e dirompenti ma anche soverchianti e insostenibili.

Solo il trascorrere del tempo, l’inesorabilità del fato, la consapevolezza delle proprie scelte e soprattutto l’incredibile forza di un sentimento dirompente come l’amore porteranno alla fine queste due anime spezzate a riconoscersi e ad appartenersi definitivamente…“Left Drowning” è un romanzo che culla il lettore tra picchi di esilarante euforia, infuocata passione, straziante malinconia e angosciante disperazione. Dalla prima all’ultima pagina mi sono fatta trasportare in così tanti stati d’animo che alla fine mi sono sentita quasi svuotata. E’ una storia intensa e coinvolgente, un libro ricco di emozione e di destabilizzanti attimi di riflessione in cui i protagonisti, nonostante la loro giovane età mettono a nudo di fronte al lettore la propria anima e scoprono le loro paure. E’ un racconto sul lasciarsi andare e imparare ad amare incondizionatamente, sulla vita, sul dolore, sulla guarigione. Chris e Blythe sono indiscutibilmente i protagonisti assoluti della storia ma tutti i personaggi secondari sono altrettanto centrati e importanti. Tutti i familiari di Chris, dall’eccentricità e stravaganza di Sabin, alla fragilità di Estelle ed Eric alla sensibilità di James, fratello di Blythe, è impossibile non rimanere coinvolti dalle loro peculiarità e vicende, perché è come se per tutto il tempo sulle sorti di questi giovani inconsapevoli gravasse la mano del destino, come se la patina impalpabile del fato li avvolgesse e li trattenesse fino all’epilogo lasciandoti col fiato sospeso ed un magone che non si scioglie fino all’ultima parola. Ho letto moltissimi New Adult, amo questo genere più di ogni altro per la sua genuinità e freschezza ma questo romanzo è decisamente fatto di un’altra pasta, più cupo, più schietto, più toccante…un capolavoro del genere.

“Ho trascorso quattro anni senza toccare nessuno né essere toccata, privandomi di ogni forma di affetto né desiderandone alcuna, ma adesso c’è Christopher Shepherd, il ragazzo che ha stravolto tutte le regole”. “Cosa stiamo facendo? Cosa stai facendo Chris? “Ti sto amando” rispose lui semplicemente “Se me lo permetterai”. “Sempre. Dio, sempre”. “Stiamo per fare l’amore lentamente, meticolosamente, approfonditamente e sarà fantastico”. Sorrido “Che ne dici di farlo focosamente e sconciamente”. “Ecco la mia ragazza!”

Un abbraccio, Lavinia

Bellissimo



Sinossi | La vita di Blythe McGuire è ormai da troppo tempo un vortice di pensieri, panico, depressione e apatia. Da quattro anni, per l'esattezza. Da quando un terribile incendio ha portato via i suoi genitori. Per Blythe, quella ferita brucia ancora, oggi come ieri. Ed è impossibile separare i ricordi dal dolore. Un dolore devastante che le toglie il respiro. Come se, ogni giorno, fosse sul punto di affogare e dovesse lottare per non andare a fondo. E ora, all' ultimo anno di college, è stanca, senza più voglia di combattere. Poi, però, qualcosa cambia. Succede quando il suo sguardo incontra quello di Chris Shepherd. Chris la trascina fuori dal torpore che l'avvolge. Si insinua in quella piccola parte di lei che ancora insegue la speranza. Il piacere. E la riporta alla vita. Blythe, seppure con qualche esitazione, comincia ad amarlo. Ma non appena le acque si fanno più calme, si accorge che lo stesso Chris è intrappolato nel proprio passato. Un passato che potrebbe essere più complicato del suo. E lei, forse, è l'unica persona in grado di salvarlo. Perché quando la vita ti trascina in un abisso oscuro, per risalire puoi soltanto nuotare contro la corrente, respirare e amare. Arriva finalmente in Italia "Sei in ogni mio respiro", un romanzo intenso, coraggioso e sexy. Con un messaggio che ci tocca da vicino: nella vita, per quanto ci sentiamo annegare e trascinare sempre più a fondo, ci sarà sempre qualcuno a cui aggrapparci, qualcuno che sarà lì per insegnarci di nuovo a respirare.


Qui trovate il romanzo (l'ebook ed il cartaceo)!!







22 commenti:

  1. Bellissima recensione, speriamo che arrivi in Italia altrimenti mi costringerò a leggerlo così. Incrocio tutte le dita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anna...speriamo davvero che qualche casa editrice si accorga di questo delizioso gioiellino!
      baci,
      Lavinia

      Elimina
  2. Lavinia, questa recensione è a dir poco stupenda! dico sul serio ho i brividi e una voglia pazza di leggere questo romanzo. Le frasi che hai estrapolato mi hanno emozionata. Speriamo arrivi presto e complimenti come al solito per la tua bravura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rita sei sempre gentilissima e ti ringrazio tanto, tanto!!
      "Left Drowning" è un NA che mi ha emozionato tantissimo, cos' diverso da tutti quelli che ho letto finora (e sono davvero tanti...). Mi auguro con tutto il cuore che prima o poi arrivi anche in Italia, Dita incrociate!!
      Ti abbraccio,
      Lavinia

      Elimina
  3. Complimnti per la recensione e aspettiamo fiduciosi l'edizione italiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cris73,
      siamo fiduciose...!!!
      Baci,
      Lavinia

      Elimina
  4. Ecco è proprio in momenti come questi che vorrei avere più padronanza della lingua inglese,che mi permetterebbe di poter leggere tranquillamente il libro in lingua originale.
    Mamma mia che recensione,mi sono emozionata a leggerla,grandissima Lavinia!!!!!!
    Speriamo in un miracolo e che presto il libro possa arrivare anche qui da noi!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roxy,
      ti ringrazio per le tue belle parole...io ho scoperto il vastissimo panorama della narrativa straniera proprio grazie a Greta...e ovviamente non finirò mai di ringraziarla per avermi letteralmente aperto un mondo!!! Da divoratrice compulsiva di romanzi quale sono è stato per me come buttarmi dentro a un vaso di marmellata...!!
      Un abbraccio,
      Lavinia

      Elimina
  5. WOW Lavi, complimenti! bellissima recensione, questo libro non può assolutamente mancare nel mio e-reader...ho tanta voglia di leggerlo!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ciao bellezza!!
      grazie, grazie, grazie....e sì, nell'attesa che qualcuno si accorga di questo capolavoro e lo porti in Italia, se leggi in inglese te lo consiglio calorosamente. Io mi sono innamorata di Chris e Blythe, mi resteranno dentro per molto tempo.
      Bacio grande,
      Lavinia

      Elimina
  6. Cara Lavinia, trovarti nel blog di Greta è una bella sorpresa! Certo è che il tuo esordio su queste pagine non passerà inosservato! Infatti ti seguo da sempre e credo che questa recensione sia una tra le tue migliori....è un sunto delle tue capacità di trasmettere emozioni con la scrittura. Che rabbia! Se non lo traducono io non potrò leggerlo....
    Tantissimi complimenti!! Cecilia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cecilia....eccoci qui...tu veramente mi segui sin dalla mia prima recensione ed abbiamo molti e travagliati trascorsi insieme...del resto, l'amore per la lettura implica la condivisione ed io e te siamo un esempio perfetto di come una passione comune possa creare un'amicizia solida e bellissima.
      Grazie come sempre,
      Un abbraccio forte,
      Lavinia

      Elimina
  7. io amo i new adult, abbiamo delle cose in comune noi Lavinia...peccato nn quella di poter leggere in inglese...hihihi...Bellissima trama, non vedo l'ora che arrivi in italia, anzi spero che arrivi....Come sempre bellissima recensione... <3

    RispondiElimina
  8. Ahhhh, I just read your lovely review through Google Translate. Thank you so much for these beautiful words about my book. I would love to have an Italian translation of Left Drowning, and my agent is on the lookout for one. Many thanks for this thoughtful and moving review. And I love the images you put here!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Jessica, this book was incredible! Emotional, beautiful, stunning, shocking! I was emotionally invested in this story, I have been an avid reader most of my life, I have read thousands of books and I wish I could express how I felt while reading this, but I can’t, because "Left Drowning" is one of the best books I’ve read this year! I'm really happy you asked your agent to lookout for and italian translation and I do hope we can soon have it in Italy!!! You are a superb writer, and I'm honoured you've enjoyed my review. Tank you so much :-)

      Elimina
  9. mi trovo perfettamente d'accordo con Lavinia. L'ho letto qualche mese fa ed è difficile dimenticarlo.
    Anche io da qualche anno mi sono buttata in questo ormai vasto mondo dei NA, mi piace molto come genere, per l'ambientazione, l'età dei protagonisti, ma sono poche le volte che finisco un libro e oltre ad un sorriso mi resta anche qualche di indimenticabile. :) Questo è uno di quei casi.
    A Lavinia, se non l'ha fatto, consiglio di leggere anche Flat-out Love della stessa autrice. I toni sono in generale più ironici, ma non è per niente una storia banale, anzi, il contrario. Jessica Park è un'autrice che sa come coinvolgere il lettore.
    E consiglio anche (sempre che non l'abbia già letto), un romanzo che per me ha lo stesso impatto emotivo di Left Drowing: "The Sea of Tranquility" di Katja Millay. :)

    A.

    RispondiElimina
  10. la casa editrice Sperling e kupfer ne ha preso i diritti per la traduzione italiana sono troppo contenta ciao Greta

    RispondiElimina
  11. SI ho notato che anche un altro blog ne dava la notizia e ho pensato di avvisarti dato che avevo letto la recensione proprio nel tuo blog e speravo che qualche casa editrice in italia lo pubblicasse ,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho avuto la conferma dall'autrice. :)

      Elimina
  12. Dai, Lavi, mi hai convito -- lo metto nei Maybes ;)

    RispondiElimina